App e strumenti, Immagini e foto

I 9 migliori strumenti gratuiti per la compressione delle immagini

 Niente rallenta un sito web come quando si caricano nelle gallerie delle immagini che non sono state compresse.

La maggior parte di esse, infatti, tende a occupare parecchio spazio e quindi, quando viene inserita una galleria in una pagina, le dimensioni di quest’ultima aumentano in modo significativo, facendo dilatare i tempi di caricamento.

Ciò può avere conseguenze assolutamente negative. Infatti, le ricerche dimostrano che, per ogni secondo aggiuntivo in fase di caricamento, le conversioni del sito diminuiscono del 7%. Inoltre, il 47% degli internauti si aspetta che una pagina venga caricata in soli due secondi e il 40% di essi l’abbandona se il caricamento dura più di tre secondi (Akamai).

Pertanto, avere un sito web veloce è un fattore cruciale. Se vuoi accorciare i tempi di caricamento, ti proponiamo nove strumenti gratuiti per ottimizzare le immagini.

1. Tiny PNG

Tiny PNG è il mio strumento preferito. Nonostante il nome, Tiny PNG supporta la compressione dei file sia in formato JPG sia JPEG.

Consente il caricamento di massa con la funzione drag-and-drop (20 file alla volta di 5 MB ciascuno). Ogni immagine può essere scaricata direttamente sul tuo computer o salvata in un account Dropbox.

Risultato: da 660 KB a 236 KB (riduzione del 64%)

TinyPNG

2. Compressor.io

Compressor.io è un altro dei miei strumenti preferiti per un ottimo motivo: la possibilità di scegliere tra compressione con perdita (riduzione della qualità dell’immagine) e senza perdita (stessa qualità). Tuttavia, va sottolineato che quest’ultima opzione non fa risparmiare molto spazio e supporta solo immagini JPG e PNG.

In ogni caso, Compressor.io è, insieme a un altro strumento che vedremo in seguito, l’unico che ti offre questa funzionalità. Quindi, se devi usare spesso la compressione con o senza perdita, è il tool che fa per te.

Ciononostante, non permette il caricamento di massa e la dimensione del singolo file non può superare i 10 MB.

Risultato (con perdita): da 660 KB a 370 KB (riduzione del 44%)

Compressor-Lossy

Risultato (senza perdita): da 3.38 MB a 3.35 MB (riduzione dell’1%)

Compressor-Lossless

3. JPEG Optimizer

Sebbene JPEG Optimizer sia in grado di far risparmiare molto spazio, la qualità dell’immagine compressa risulterà notevolmente inferiore rispetto all’originale. Inoltre, l’interfaccia permette solo di ottimizzare un file alla volta, rendendo impossibile il caricamento di massa.

Risultato: da 644 KB a 16,7 KB (riduzione del 97,4%)

JPEG-Optimizer

4. Optimizilla

Optimizilla consente di comprimere rapidamente e facilmente le immagini JPG e PNG.

Dà anche la possibilità di caricare fino a 20 file alla volta e, una volta terminata la compressione, di scaricarli separatamente o tutti insieme in un archivio ZIP.

Risultato: da 644 KB a 424 KB (riduzione del 34%)

Optimizilla

Una delle funzionalità più interessanti di Optimizilla è quella di poter scegliere di quanto ridurre la qualità su una scala da 1 a 100 utilizzando un comodo cursore. In seguito, si può valutare il risultato grazie all’anteprima in tempo reale.

Optimizilla-Control

5. Kraken.io

Kraken è un altro pratico strumento per ottimizzare le immagini. Ha una funzionalità simile a quella di Compressor.io, ovvero permette di scegliere tra compressione con e senza perdita.

Inoltre, ti offre il vantaggio di poter caricare un numero illimitato di file che abbiano dimensioni pari o inferiori a 1 MB. Kraken dispone anche di un’opzione pro pensata per gli utenti più esigenti che consente di ridimensionare le immagini, inserire sorgenti multiple, scegliere le dimensioni del risultato finale e salvare le immagini compresse su Dropbox.

Come Optimizilla, supporta il caricamento di massa e permette di scaricare i file ottimizzati separatamente o in un archivio ZIP.

Risultato (con perdita): da 644 KB a 580 KB (riduzione del 10%)
Risultato (senza perdita): da 644 KB a 647 KB (riduzione del 1%)

Kraken

6. Ranking Easy Online Image Optimizer

Sebbene l’interfaccia grafica sia poco gradevole e il layout del sito non sia dei migliori, Ranking Easy è un ottimizzatore d’immagini che offre una funzionalità unica nel suo genere.

Infatti, offre sette opzioni di compressione che vanno da 1 a 100 (ovvero: 70, 60, 50, 40, 30, 20 e 10).

Per ogni livello, viene visualizzata un’anteprima del risultato e viene specificato quanto spazio si risparmia, consentendo di scegliere la soluzione migliore per la propria galleria. Purtroppo, questo strumento inserisce le immagini direttamente nella pagina mantenendone le dimensioni originali e quindi, se un’immagine è più ampia dello schermo, dovrà essere ridimensionata per farsi un’idea della qualità.

Risultato (qualità a 70): da 644 KB a 300 KB (riduzione del 55%)

Ranking-Easy

7. Resize Photos

Resize Photos è uno strumento completo che permette di risparmiare parecchio spazio.

Prima di eseguire la compressione, è possibile impostare la larghezza dell’immagine ottimizzata e selezionare il livello di qualità desiderata da 1 a 100 a incrementi di 5.

Resize-Photos

Risultato (qualità a 70): da 644 KB a 54 KB (riduzione del 92%)

Resize-Photos

8. Compress Photos

Compress Photos è uno strumento molto semplice che garantisce un’ottimizzazione impeccabile. Sebbene non disponga di funzioni extra, come la possibilità di personalizzare la larghezza e la qualità, consente di caricare in massa un numero illimitato di immagini JPEG e PNG.

Risultato: da 3,2 MB a 330 KB (riduzione del 90%)

Compress-Photos

9. Convert Image

Convert Image è un tool molto efficace che ti guiderà passo dopo passo nel processo di ottimizzazione dei file JPEG. Carica l’immagine, scegli il livello di compressione (da 1 a 100), controlla l’anteprima per visualizzare il risultato e poi scarica il file.

Con questo strumento, potrai anche convertire le immagini JPG in BMP, GIF, ICO, PCX, PDF, PNG, PSD o TIF. A mio avviso, la sua unica pecca è rappresentata dall’interfaccia grafica un po’ caotica.

Risultato: da 644 KB a 324 KB (riduzione del 50%)

Convert Image

A te la parola!

Tra tutti gli strumenti che ho citato, il mio preferito è TinyPNG, perché coniuga la convenienza con un notevole risparmio in termini di spazio. Tra l’altro, l’ho utilizzato anche per comprimere le immagini di questo post.

Tuttavia, le tue esigenze potrebbero essere diverse dalle mie. Quale strumento di ottimizzazione intendi utilizzare? Faccelo sapere nei commenti qui sotto.

Previous ArticleNext Article

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *