sendinblue recensioni

Recensione SendinBlue: un utile servizio di inbound marketing

Panoramica

Sebbene lo scorso decennio sia trascorso da poco, dal punto di vista della tecnologia è distante anni luce dalla realtà attuale. Il mercato degli ESP, per fare un esempio, è dominato per la maggior parte da aziende “veterane” che si sono affermate agli albori del marketing digitale e che si sono evolute di pari passo con esso.



Non è il caso di SendinBlue, un’azienda che è scesa in gioco nel 2012. Un anno prima, il CEO di Duel Technologies, Armand Thiberge, aveva mosso alcune critiche al settore degli ESP, sostenendo che molti clienti acquistassero servizi complessi di cui non avevano veramente bisogno. Insieme al socio Kapil Sharma e a un team di 15 sviluppatori, ha deciso di sviluppare l’ESP ideale, un progetto che ha richiesto un anno e mezzo. La società ha sede a Parigi, ma gestisce la maggior parte delle attività dai suoi uffici a Seattle.



Il suo punto di forza è l’accessibilità, sia in termini di funzionalità sia di prezzi, che consente ai nuovi marketer di creare e far crescere rapidamente le proprie campagne senza doversi affidare a integrazioni troppo complesse. Tuttavia, va notato che il software presenta alcune limitazioni che potrebbero renderlo poco adatto alle esigenze degli utenti più esperti. In ogni caso, con le nuove funzionalità come l’automazione, SendinBlue si convertirà in un’utility imprescindibile.

Prezzi

Come i suoi competitor, SendinBlue offre sia piani mensili che prepagati. I marketer che vogliono creare piccole campagne a basso budget saranno lieti di sapere che il servizio offre sia un piano gratuito sia un’alternativa accessibile, ovvero il piano Micro, il cui unico inconveniente è che le email inviate conterranno il logo SendinBlue. Con l’opzione gratuita, tuttavia, sarà possibile inviare solo un massimo di 300 email al giorno. A partire dal piano Oro, invece, gli utenti avranno a disposizione anche un indirizzo IP dedicato.

Piani di abbonamento mensile:

  • Gratuito – 0 $ / 9.000 email
  • Micro – 7,37 $ / 40.000 email
  • Bronzo – 39 $ / 60.000 email
  • Argento – 66 $ / 120.000 email
  • Oro – 173 $ / 350.000 email
  • Platino – 334 $ / 750.000 email
  • Diamante – 603 $ / 3.000.000 email
  • Atomico – 1.946 $ / 15.000.000 email

Piani prepagati

Il piano “alla carta” di SendinBlue, chiamato PAYG, utilizza un sistema basato sui crediti: dal totale ne viene dedotto uno per ogni email inviata e non è prevista una scadenza per il loro utilizzo:

  • 27 $ / 5.000 crediti
  • 47 $ / 10.000 crediti
  • 81 $ / 20.000 crediti
  • 134 $ / 50.000 crediti
  • 228 $ / 100.000 crediti
  • 792 $ / 500.000 crediti
  • 1.330 $ / 1.000.000 crediti

Servizi aggiuntivi e tariffe

  • Piano con IP dedicato: se vuoi firmare le email con il nome del tuo dominio, puoi acquistare questo piano per 145 $ all’anno (per ogni IP). Tieni presente che viene incluso a partire dal piano Gold.
  • Campagne SMS: se la tua strategia di marketing include l’invio di messaggi direttamente agli smartphone dei contatti, SendinBlue fa al caso tuo; anche in questo caso, utilizza un sistema di crediti simile al piano PAYG (i crediti non sono intercambiabili) e con soli 1,34 $ puoi acquistare 100 crediti SMS.
  • E-mail transazionali: l’invio di email da server SMTP impiega un sistema leggermente diverso da quello usato per le campagne newsletter (il fiore all’occhiello dell’azienda). Intatti, di solito questo genere di email vengono inviate a clienti specifici, poiché contengono istruzioni per completare una transazione o aggirare i rimbalzi nel caso contengano informazioni riservate. Anche in questo caso, un’email transazionale equivale a un credito, ma non è possibile inviarne un numero illimitato. Per richiedere l’attivazione di questa funzionalità, dovrai contattare l’azienda.

Facilità d’uso

sendin

SendinBlue ha recentemente apportato dei cambiamenti sostanziali all’interfaccia grafica, rendendo più facile la navigazione e migliorando l’aspetto estetico.

I colori preponderanti sono sempre il blu e il bianco, mentre le funzioni e i tasti principali hanno altre tonalità per attirare l’attenzione. La dashboard mostra il numero di contatti, il tasso di apertura, la percentuale di clic e, curiosamente, anche quanti contatti hai inserito nella lista nera. Nella sezione sottostante, vengono mostrati altri dati, come le email, gli sms e le campagne di trigger marketing che hai inviato, nonché le scorciatoie per crearne di nuovi. Nella parte inferiore, viene visualizzato un elenco delle campagne precedenti. Il layout è stato progettato per garantire un rapido accesso alle funzionalità e alle informazioni che vengono utilizzate di più.

L’elenco contatti può essere creato manualmente o importato da file .txt o .csv. Per accelerare il processo, SendinBlue permette di scaricare un modello già formattato in quest’ultimo formato. Poiché non è possibile importare direttamente un elenco contatti preesistente, prima è necessario convertirlo in uno dei formati sopra indicati.

La più grande modifica apportata di recente riguarda l’automazione, la cui assenza rendeva SendinBlue uno strumento eccellente solo per creare campagne di email marketing molto semplici. Durante il mio ultimo controllo, la funzionalità era ancora in fase beta, ma ora include dei processi logici che permettono di gestire campagne ben più strutturate. Secondo SendinBlue, l’automazione sarà gratuita “finché sarà in fase beta” e ciò fa presagire che potrebbe diventare una funzionalità a pagamento.

Tutte le azioni principali che esegui sulla piattaforma vengono registrate in un sistema che ti informa quando le informazioni vengono aggiunte, salvate o rimosse. Sembrerebbe una funzione innecessaria, ma se ami tenere tutto sotto controllo, ti tornerà sicuramente utile. In ogni caso, puoi disattivarla dalle impostazioni.

Per coloro che vogliono gestire le campagne da smartphone, è disponibile anche l’app per iOS e Android.

Creazione di campagne

L’approccio di Sendinblue è multilivello: si inizia inserendo il nome della campagna, l’oggetto dell’email e, infine, l’indirizzo e il nome del mittente. Semplice, no? Gli utenti più esperti possono utilizzare le opzioni avanzate per aggiungere funzionalità come il tasto per disiscriversi, i tag e i campi personalizzati. È interessante notare che SendinBlue, a differenza di molti ESP, consente di incorporare immagini e allegare file. Quest’ultimo elemento, tuttavia, potrebbe attirare l’attenzione dei filtri antispam e, inoltre, limita il numero di email a 5.000; i file inviati non devono superare i 5 MB e devono essere in formato .doc, .csv, .pdf, .txt,. gif, .jpg, .jpeg o .png.

SendinBlue ti offre tre opzioni per la creazione delle newsletter: un editor con design reattivo (disponibile per tutti i piani, ad eccezione di Free e Micro, che offrono una versione di prova di 60 giorni), un editor “drag and drop” standard e un semplice editor di testo in cui è possibile incollare i codici HTML.

La prima opzione è pensata per i dispositivi mobili e offre 15 modelli tra cui scegliere. Sebbene la varietà sia limitata, viene compensata dalle prestazioni dell’editor che sono di gran lunga sopra la media, sempre che tu abbia tempo da investire nella fase creativa. Tuttavia, il vero vantaggio di SendinBlue è la possibilità di personalizzare le immagini grazie a un editor incorporato (non è Photoshop, ma è sicuramente più efficace di quelli offerti dagli altri ESP). Anche le opzioni di testo sono abbastanza decenti e ti permettono di scegliere tra otto tipi di font. Con la funzione anteprima, è possibile visualizzare la propria creazione in versione PC, tablet e smartphone.

In passato, l’editor con design reattivo era disponibile solo per un periodo di prova limitato, per cui l’editor standard era l’unica alternativa per chi avesse un budget limitato. Fortunatamente, ora tutti gli utenti hanno accesso a entrambe le funzionalità, indipendentemente dal piano a cui sono abbonati.

L’editor HTML è strutturato su due schede: una serve per copiare e incollare i codici, mentre l’altra per modificarli, anche se ti raccomando di non lavorare su quelli già esistenti.



Invio di una campagna

Una volta creata l’email, hai due opzioni: puoi inviarla a tutti i contatti di un elenco o solamente a un gruppo selezionato. In quest’ultimo caso, dovrai impostare una condizione (può essere basata su uno dei campi menzionati sopra) e, se necessario, aggiungere ulteriori parametri.

Successivamente, verrà visualizzata l’anteprima della campagna e potrai inviarne una copia alla Lista di prova (ad esempio, all’indirizzo che hai utilizzato per creare il tuo account).

SendinBlue permette di pianificare l’invio in maniera molto rigorosa: le mie email sono arrivate un minuto dopo l’orario che avevo fissato.

La newsletter che ho creato grazie all’editor con design reattivo veniva visualizzata correttamente sia su portatile sia su iPhone; lo stesso vale per quella creata con l’editor standard, sebbene avessi dei timori circa i problemi di risoluzione su dispositivi mobili.

Monitoraggio della campagna

SendinBlue offre una suite di strumenti di reporting che analizzano il tasso di recapito, il tasso di apertura, la percentuale di clic, il numero di disiscrizioni e le lamentele. Rispetto agli altri ESP, dà la possibilità di visualizzare tutte le informazioni in una timeline e di conoscere la localizzazione degli utenti che hanno aperto l’email (e quale dispositivo hanno usato). Inoltre, grazie all’analisi dei link cliccati, viene fornito un feedback sulla grafica che hai scelto. Se usi il sistema transazionale, avrai alcune informazioni aggiuntive sulla frequenza di rimbalzo.

Sebbene SendinBlue non fornisca tutti gli strumenti che un utente esperto potrebbe desiderare, quelli a disposizione sono più che sufficienti per prendere delle buone decisioni di marketing.

Assistenza clienti

Gli utenti di SendinBlue dispongono di una serie di opzioni nel caso si verifichino problemi con il software:

  • Una pagina contenente sette tutorial e otto domande frequenti in cui ho trovato la maggior parte delle informazioni che cercavo.
  • Un sistema di ticket per inviare domande e segnalare problemi.
  • L’azienda può essere contattata per telefono al numero (844) 338-5050, sebbene non sia una vera e propria linea di assistenza clienti.
  • Le richieste di informazioni generali possono essere inviate tramite questo modulo.
  • SendinBlue aggiorna settimanalmente il blog , in cui si parla di email marketing e vengono presentate le nuove funzionalità.
  • Per rimanere sempre aggiornati, potete anche seguire la pagina Facebook.

Recensioni negative e lamentele

Nel complesso, SendinBlue è stato ben accolto fin dal suo lancio e, per ora, le lamentele degne di nota sono praticamente inesistenti. Tuttavia, alcuni utenti hanno segnalato i seguenti problemi:

  • Funzionalità limitata: alcune funzioni (come le merge tag e gli autoresponder) siano difficili da utilizzare e spesso non sono disponibili.
  • Tasso di recapito: alcuni utenti lamentano il fatto che non sia sufficientemente alto.
  • Interfaccia grafica: in molti sostengono che il layout del programma sia poco chiaro e abbia una curva di apprendimento iniziale molto lenta.
  • Integrazioni limitatela maggior parte di esse non è semplice da utilizzare.
  • L’automazione presenta bug: fermo restando che sia ancora in fase beta, alcuni utenti hanno riscontrato la presenza di bug e ritardi di alcuni trigger.

Recensioni positive e testimonianze

Le recensioni dei clienti di SendinBlue sono state in gran parte positive. Il programma si aggiudica un punteggio di 4.2/5 su G2 Crowd, 8.9/10 su Verified Reviews e 7.3/10 su trustradius. Inoltre, sulla home page, sono presenti varie testimonianze da parte di clienti importanti. Gli elementi che sono stati particolarmente apprezzati sono:

  • Costo: SendinBlue, sebbene sia un’alternativa più economica rispetto agli altri ESP, garantisce un elevato livello di funzionalità.
  • Strumenti di reporting: le informazioni fornite sono dettagliate e molto varie.
  • Assistenza clienti efficiente: molti utenti hanno ricevuto una risposta in tempi brevi sia via email sia telefonicamente.
  • Template facili da usare: sebbene la quantità sia limitata, possono essere personalizzati con facilità.

Integrazioni

SendinBlue si integra con alcuni programmi estremamente utili che potresti già utilizzare. Gli esperti possono utilizzare l’API per ottenere risultati ancora migliori.

I plugin disponibili sono:

  • WordPress
  • WooCommerce
  • Magento
  • PrestaShop
  • Drupal

Google Analytics può essere aggiunto come integrazione. Altre app, come il ben noto Salesforce, possono essere integrate grazie a Zapier.

Sicurezza

La politica di sicurezza, sebbene garantisca norme di protezione “rigorose”, presenta indicazioni abbastanza vaghe. Nei browser aggiornati, SendinBlue impiega la tecnologia SSL. I dati vengono memorizzati in un server sicuro e protetti con firewall. Per maggiori informazioni a riguardo, clicca qui.

Politica anti-spam e protezione

SendinBlue sostiene di avere una politica di “tolleranza zero” contro lo spam. Tutte gli elenchi dei contatti funzionano su base opt-in e il servizio si riserva il diritto di sospendere gli account sospettati di spam senza fornire alcun preavviso. Qualora si ricevano mail di spam da un utente SendinBlue, è possibile segnalare l’account.

Se vuoi saperne di più, clicca qui.

Verdetto finale

Dal nostro ultimo controllo, SendinBlue si è distinta dalla concorrenza offrendo occasioni veramente imperdibili. Mantenendo costanti i prezzi e inserendo sempre nuove funzionalità, si è convertita nell’opzione più adatta per chi ha poco budget o per coloro che vogliono creare campagne “basic”.

Gli utenti più esperti potrebbero trovare poco appetibile la varietà limitata di tool a disposizione ma, per addolcire la pillola, SendinBlue offre prezzi accessibili anche per i piani più costosi. Una volta che verranno risolti i bug nel sistema di automazione, il servizio sarà perfetto anche per gestire campagne più complesse.

Considerando il risparmio notevole e la possibilità di accedere a una versione prova, non ci sono scuse: non ti resta che dargli una chance e vedere se è lo strumento di marketing che fa per te.



Commenti

Lascia un commento

Loading…

Shopify-Recensione

Recensione Shopify, uno dei migliori carrelli di shopping oggi presenti sul mercato

Bigcommerce-recensione

Recensione BigCommerce, una delle soluzioni di eCommerce con maggiore facilità d’uso