App e strumenti

Vendite online con Shopify – Una guida per principianti

Lavorando con migliaia di negozi su Shopify, quello che ho imparato dal 90% di loro è che tutti iniziano da zero, con poche conoscenze su come costruire un negozio online, senza abilità di coding o di come ottenere i primi acquirenti e come ottimizzare i cosiddetti tassi di conversione e-Commerce. Chi decide di avviare un negozio online non è, nella maggior parte dei casi, un esperto di informatica: codificare di un bel sito web che sia reattivo sui dispositivi mobili? Io non ne sarei assolutamente in grado, eppure ho il mio negozio ed aiuto ogni singolo giorno altri commercianti online ad ottimizzare il proprio sito web ed aumentare le entrate.

Vi starete chiedendo come. La risposta è che la vendita online non è mai stata così facile, ora che disponiamo di efficienti strumenti per la creazione di negozi online come Shopify. Che ci crediate o meno, si può diventare un imprenditore digitale in pochi minuti, proprio come fanno centinaia di persone in tutto il mondo. Ed è proprio questo il motivo dietro questo articolo, aiutare voi e chiunque sia interessato a diventare un imprenditore, guidandovi attraverso il processo di base per l’avviamento di un negozio online con Shopify e proponendovi alcuni semplici strumenti gratuiti per ottenere le vostre prime vendite.

Un’occhiata a Shopify

Prima di imparare a vendere su Shopify, andiamo a vedere alcuni elementi di base in modo che possiate decidere se Shopify è la scelta giusta per voi.

Cos’è Shopify?

Shopify è un una piattaforma che fornisce tutto il necessario per la costruzione di negozi online, dall’hosting, al dominio e via dicendo, in modo che chiunque possa vendere in linea. Con Shopify, non dovrete preoccuparvi di server, sicurezza o qualsiasi altra questione tecnica: tutto ciò che c’è da fare è creare un account per aprire un negozio e curare il contenuto del negozio stesso. Attualmente esistono oltre 250.000 negozi online costruiti con Shopify.

Detto questo, anche molti sviluppatori esperti scelgono Shopify poiché li libera da tutti i problemi tecnici dando loro la possibilità di investire tutte le risorse su prodotti, marketing e vendita.

Ciò che potrebbe farvi storcere un po’ il naso è però il prezzo: si tratta infatti di un servizio premium, il che significa che l’azienda non offre un piano gratuito, ma solo un periodo di prova di 14 giorni al termine del quale dovrete acquistare uno dei pacchetti. Inoltre, per i negozi Basic Shopify, vi verrà addebitato il 2% su ogni transazione.

Shopify-pricing

Detto questo, se ora state pensando che, non avendo un background in programmazione, e gestendo un negozio da soli senza l’aiuto di un tecnico, il prezzo per disporre di tutti questi vantaggi non non dovrebbe preoccuparvi, allora Shopify è la strada da percorrere.

Come vendere su Shopify

  1. Creazione dell’account.Se avete deciso di affidarvi a Shopify per dare inizio alla vostra attività, è ora di esaminare i passi fondamentali per la creazione da zero di un negozio Shopify completo e pronto alla vendita.Per prima cosa visitate www.shopify.com e create un account: l’iscrizione richiede letteralmente pochi secondi e per cominciare potrete attivare un account di prova gratuita della durata di 14 giorni per familiarizzare con la piattaforma.

Dopo aver creato il negozio, vi verrà chiesto di selezionare una tipologia:

  • Negozio online: un sito web completamente ospitato per vendere qualsiasi cosa (questo articolo si concentra su questa opzione).
  • POS di Shopify: possibilità di associare un POS per pagamenti via smartphone ad un negozio esistente. Questa opzione aggiornerà il vostro inventario in tempo reale a prescindere dal metodo di vendita: online, in negozio o dal vostro telefono.

Dopo aver scelto la vostra tipologia, resterà solo aggiungere il vostro indirizzo per impostare tasse e valuta e verrete quindi reindirizzati alla vostra dashboard di amministrazione Shopify.

  1. Impostazione dell’indirizzo internet.

Nella dashboard di Shopify, cliccate su Negozio Online>>Domini per impostare l’indirizzo web del vostro negozio. Se non disponete già di un indirizzo, potete semplicemente usare il dominio di base di Shopify (www.vostro-negozio.myshopify.com) oppure visitare fornitori di domini come Bluehost o Godaddy per acquistare quello che più vi piace, o più si addice alla vostra attività.

  1. Scelta di un tema.

Il prossimo passo è scegliere un tema e potete farlo cliccando di nuovo su Negozio Online>>Tema. Avrete due opzioni:

  • Personalizzare il vostro tema (per designer capaci e con qualche abilità di codifica)
  • Scegliere un modello preimpostato dalla galleria di temi Shopify (opzione consigliata se si desidera dare un aspetto professionale al negozio, risparmiare tempo e avere supporto tecnico dal team di sviluppo dei temi).

Posso suggerire questi due temi molto popolari tra i miei clienti in quanto leggeri e reattivi sui dispositivi mobili:

  1. Aggiungere prodotti

Ora bisogna aggiungere i propri prodotti ed iniziare a vendere. Questa è probabilmente fase più lunga ed impegnativa, ma d’altronde i prodotti sono l’aspetto più importante di un negozio.

Cercate il pulsante “Aggiungi Prodotti” sulla vostra dashboard e vi verranno proposte due opzioni:

  • Aggiunta manuale con compilazione dei dettagli del prodotto: nome, descrizione, immagini, tipo, venditore, prezzo, varianti (dimensione, colore, ecc.).
  • Upload di massa importando un file CSV. Per maggiori dettagli su questo metodo, è possibile consultare il manuale di Shopify.

  1. Le app migliori per supportare la vostra attività

Avrete bisogno di ulteriori applicazioni per iniziare a vendere efficacemente con Shopify, questo è certo. L’App-store ufficiale della piattaforma ne ha a centinaia in diverse categorie: Marketing, Vendite, Assistenza clienti, Spedizione, Rendicontazione, Inventario, ecc.

La maggior parte dei nuovi arrivati sceglie di solito le migliori app gratuite di ciascuna categoria che dispongono di un gran numero di recensioni, per testarle sul proprio negozio prima di essere disposti a pagare per le applicazioni non gratuite.

(Qui abbiamo raccolto le 10 migliori app gratuite di Shopify che la maggior parte dei negozi dovrebbe installare nel 2016)

  1. Trovare i primi clienti

 Uno dei maggiori grattacapi per i commercianti online alle prime armi è come fare marketing, promuovere il negozio e aumentare le vendite. Le possibilità a vostra disposizione sono molteplici, tuttavia i modi più popolari ed efficaci per ottenere traffico all’inizio sono i seguenti:

  • Email marketing, in assoluto il miglior canale
  • Promuovere l’attività utilizzando servizi pubblicitari: Facebook Ads e Google Ads
  • Sfruttare i social media: utilizzate Pinterest per l’e-Commerce, ottimizzate Instagram per aumentare le vendite, create la perfetta pagina Facebook per aziende, ecc.
  • Lanciare offerte speciali per attirare visitatori sul vostro sito e, allo stesso tempo, raccogliere iscrizioni alla mailing list o follower sui social in cambio di codici promozionali

Siete pronti ad avviare la vostra attività online? Questo tutorial di base dovrebbe essere sufficiente per aiutarvi ad iniziare, ma non preoccupatevi se doveste avere altri quesiti: è sempre possibile trovare una risposta da sé, se si lavora seriamente con la piattaforma, e potete trovare ulteriore supporto sul blog di Beeking con tutorial, suggerimenti e trucchi per aumentare le vendite con negozi Shopify.

Beeketing.

Previous ArticleNext Article

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *